Monari, de'

Monari, de'

Via de' Monari

Scheda

Da via dell'Indipendenza a via Galliera.
Prima documentazione dell'odonimo: 1692 (via de' Monari).


Fino alla metà del XVII secolo questa via era considerata estensione del Borgo Nuovo di San Giorgio, ovvero l'attuale via San Giorgio.
L'odonimo Monari (probabilmente riferentesi al cognome di una famiglia) comparve per la prima volta nella cartografia seicentesca comprendendo con questo nome anche l’attuale via Goito.
Le lapidette della riforma napoleonica confermarono Monari per l’unione delle attuali vie de’ Monari e Goito.
La riforma toponomastica del 1873-78 creò via Goito separandola da via de’ Monari.

Vi fu un vicolo, oggi scomparso, che andava da via Galliera 11/A a via de’ Monari in un punto circa a metà tra via Galliera e via de’ Corighi. Di questo vicolo è rimasta traccia visibile su via Galliera (il numero 11/A è un portone che chiude l’accesso dell’antico vicolo). Questo vicolo è indicato nella cartografia della prima metà del XVII secolo con il nome di Sigillo.

link al sito Origine di Bologna

Leggi tutto

Luoghi

Eventi

Bibliografia
Cose notabili della città di Bologna ossia Storia cronologica de' suoi stabili sacri, pubblici e privati
Guidicini G.
1868 Bologna
Le vie di Bologna
Fanti Mario
2000 Bologna Istituto per la Storia di Bologna
Antica fondazione della citta di Bologna degnissima madre de'studj ...
Gianandrea Taruffi
1738 Bologna Bartolomeo Borghi negli Orefici all'Angelo Custode
Bologna in pianta città del Papa
Agostino Militelli
1692 Bologna
Origine delle Porte, Strade, Borghi Contrade, Vie, Viazzoli, Piazzole, Salicate, Piazze, e Trebbi dell'Illustrissima Città di Bologna con i loro Nomi, Pronomi, e Cognomi
Camillo Scaligeri della Fratta (pseudonimo di Adriano Banchieri)
1635 Bologna Clemente Ferroni
Origine di Bologna (www.originebologna.com)
Carlo Pelagalli
2015 Bologna Sito web
Origine di Bologna. Mappa di Bologna
Costantino Aretusi
1636 Bologna
Apri mappa