Mandria

Mandria

Vicolo Mandria

Scheda

Da vicolo Tubertini a via San Simone.
Prima documentazione dell'odonimo: 1692 (Mandria).

L'odonimo Mandria compare per la prima volta nella cartografia di fine XVII secolo. Prima di allora di questo vicolo si sa solo che a metà del XVII secolo era chiamato Stradello del Ghetto, con ovvia ragione, essendo questa tra le strade riservate alla comunità ebraica, che vi fu confinata nel 1566 per poi essere definitivamente espulsa da Bologna nel 1593.
Mandria fu ufficializzato dalla riforma toponomastica napoleonica e precisato in vicolo, vicolo Mandria, con quella del 1873-78.

Per la spiegazione dell’odonimo Mandria, si può sostenere l'ipotesi del significato letterale della parola, ovvero branco numeroso di grossi quadrupedi, giustificato dalla presenza di stalle in questa via (vi erano le stalle della famiglia Spada all'attuale numero 1/2 di via San Simone, in angolo con il vicolo Mandria).

link al sito Origine di Bologna

Leggi tutto

Luoghi

Eventi

Documenti
Antico ghetto ebraico (L')
Tipo: PDF Dimensione: 662.54 Kb

L’antico ghetto ebraico di Bologna, in pieno centro medievale, mostra ancora oggi la sua struttura originaria: un dedalo di viuzze e passaggi sospesi, ponti coperti e piccole finestre raccontano la storia di un’intera comunità.

Bibliografia
Cose notabili della città di Bologna ossia Storia cronologica de' suoi stabili sacri, pubblici e privati
Guidicini G.
1868 Bologna
Antica fondazione della citta di Bologna degnissima madre de'studj ...
Gianandrea Taruffi
1738 Bologna Bartolomeo Borghi negli Orefici all'Angelo Custode
Bologna in pianta città del Papa
Agostino Militelli
1692 Bologna
Città di Bologna posta in pianta in esatta misura con la distinzione de portici che sono in essa. Instituto delle Scienze. Studio pubblico.
Benedetto XIV (dedicatario); Monari Gregorio (dis.); Scarselli Antonio Alessandro (inc.)
1745 Bologna
Nomi et cognomi di tutte le strade, contrade et borghi di Bologna
Giovanni Zanti
1583 Bologna Rist. anast Bologna : Grafis
Origine della denominazione delle 334 strade che compongono la citta di Bologna Bologna
Goldini
1843 Bologna C. Gamberini
Origine delle Porte, Strade, Borghi Contrade, Vie, Viazzoli, Piazzole, Salicate, Piazze, e Trebbi dell'Illustrissima Città di Bologna con i loro Nomi, Pronomi, e Cognomi
Camillo Scaligeri della Fratta (pseudonimo di Adriano Banchieri)
1635 Bologna Clemente Ferroni
Origine di Bologna (www.originebologna.com)
Carlo Pelagalli
2015 Bologna Sito web
Origine di Bologna. Mappa di Bologna
Costantino Aretusi
1636 Bologna
Apri mappa