Jan Jacobs, Collegio dei Fiamminghi

Jan Jacobs, Collegio dei Fiamminghi

lapide

Scheda

IOANNI IACOBS BRUXELLENSI
QUI UT IN BELGIO NATOS CONCIVES
SCIENTIIS ENUTRIE(N)DOS BONON(IAM) TRADUCERET
SUB SANCTISS(IMAE) TRINITATIS PRAESIDIO
COLLEGIUM INSTITUIT AC DOTAVIT
BERNARDUS A PINU METROP(OLITANUS) CAN(ONICUS) LEC(TOR) PUB(LICUS)
SAC(ERDOS) PAG(I) AC I(URIS) U(TRIUSQUE) D(OCTOR) COLLEGIATUS
IULIUS CAESAR CLAUDINUS I(URIS) U(TRIUSQUE) D(OCTOR) PHI(LOSOPHIAE) COLLEG(IATUS)
ANGELUS MARIA ANGELELLUS [[SENATOR?]]
HAEREDES FIDUCIARII P(OSUERUNT)
ANNO DO(MIN)I MDCLXXXII

Via Guerrazzi 20. Anno di posa 1682. Posta a cura del Collegio dei Fiamminghi.

Traduzione

“A Jan Jacobs di Bruxelles, che, per portare a Bologna i concittadini nati in Belgio da nutrire di scienze, con la protezione della Santissima Trinità, istituì e dotò il collegio. Gli eredi fiduciari Bernardo del Pino, canonico della cattedrale, lettore pubblico, sacerdote, Dottore collegiato di entrambi i diritti, Cesare Claudini, Dottore collegiato di entrambi i diritti e di filosofia, Angelo Maria Angelelli [[Senatore?]] posero nell’anno del Signore 1682”.

Nota:
Dopo il nome di Angelo Maria Angelelli risulta erasa una parola, probabilmente il suo titolo di Senatore, a quanto si deduce dalla S iniziale parzialmente leggibile.

Note

Si noti che dopo il nome dell'ultimo dedicante è stato eraso un termine, forse il titolo di Senatore portato da Angelo Maria Angelelli.

Leggi tutto

Luoghi

Persone

Apri mappa