Italiano (L')

1926

Scheda

Fu uno dei tanti periodici pensati e diretti da Leo Longanesi.
Il 14.1.1926 vide la luce con il sottotitolo “Rivista settimanale della gente fascista”.
Nel 1933, quando fu licenziato da direttore de “L’Assalto”, Longanesi si trasferì a Roma e qui la rivista continuò le pubblicazioni, prima con periodicità quindicinale e poi con cadenza irregolare sino al 1943.
Dal primo all’ultimo numero il giornale visse dei contributi del regime.
Dal 1926 al 1932 ricevette sovvenzioni saltuarie e dal 1932 al 1942 un assegno mensile di 3 mila lire direttamente dal Minculpop (ACS, Minculpop, Gab., Sovvenzioni, b. 219, fas. “Leo Longanesi”).
Dal 1940 al 1943 Longanesi ricevette un secondo assegno mensile di 4 mila lire, sempre dal Minculpop. [O]

Leggi tutto

Eventi

Bibliografia
I giornali bolognesi nel ventennio fascista
Onofri N.S.
1972 Bologna Moderna
L’Italiano (1926-1942)
B. Romani e C. Barilli
1976 Roma Ateneo
Leo Longanesi
A. Andreoli
1980 Firenze Nuova Italia
Leo Longanesi
I. Montanelli, M. Staglieno
1985 Milano Rizzoli
Leo Longanesi (1905-1957), editore, scrittore, artista
G. Appelle, P. Longanesi, M. Vallora
1996 Milano Longanesi