I giornali bolognesi della Liberazione

Politico 22 Aprile 1945

Scheda

Nei giorni successivi alla Liberazione escono solo i giornali autorizzati dal PWB (Psychological Warfare Branch), ufficio propaganda degli anglo-americani. Cessano le pubblicazioni i fogli clandestini dei partiti antifascisti.
Tra il 21 e il 22 aprile esce il "Corriere Alleato" stampato a cura del PWB in via Dogali, nella tipografia de "Il Resto del Carlino", soppresso perchè collaborazionista. Il pomeriggio del 22 aprile è in edicola "La Rinascita", organo del CLN regionale, diretto da Leonildo Tarozzi e stampato sempre al "Carlino".
Lo precede di poche ore un altro quotidiano del PWB, "Il Corriere dell'Emilia", stampato a Firenze e trasportato a Bologna in camion durante la notte.
Nel tardo pomeriggio escono anche "Giustizia e Libertà" e "Bologna liberata", organi del Partito d'Azione e della DC.
Il giornale socialista "La Squilla" sarà autorizzato il 29 maggio, mentre il cattolico "Avvenire d'Italia" sarà in edicola solo dal 4 settembre, dopo un anno di autosospensione.

cronologia sala borsa

Leggi tutto

Persone

Altro

Eventi