Hotel Baglioni

Hotel Baglioni

Scheda

Il grande albergo (ora Grand Hotel Majestic) si estende a Bologna per una parte in Palazzo Fava, con prospetto su via Manzoni, e per l'altra nell'edificio già Seminario fatto costruire da papa Benedetto XIV nel 1751, su via dell'Indipendenza come Seminario Arcivescovile posto davanti alla Cattedrale di San Pietro. Il portico affacciato su via dell'Indipendenza, dove si trova anche l'ingresso principale, fu disegnato da Francesco Tadolini nel 1772. Alcune sale furono affrescate dai Carracci e altri pittori del loro ambito; la più importante è la cosiddetta sala della "Storia di Europa". Nei locali sotterranei dell'Hotel è possibile osservare una sezione stradale di circa dieci metri appartenente a uno dei decumani minori della Bononia romana. Nel 1912 il palazzo venne trasformato in albergo e l’attività prosegue tutt'ora. Durante la Grande Guerra fu sede degli uffici della Croce Rossa Americana, che aveva i propri magazzini a Palazzo Pepoli vecchio. Dopo l'8 settembre 1943 ospitò gli alti comandi dell'esercito tedesco e le massime gerarchie del PFR e dell'esercito della RSI: per questo motivo subì due attacchi nel 1944 da parte dei partigiani. Il prospetto su via dell'Indipendenza subì notevoli danni dal bombardamento del 29 gennaio 1944 e dai due attentati partigiani e la facciata dovette essere ricostruita.

Nel 2013 l'hotel ha festeggiato i suoi primi cento anni di attività. Sotto il portico erano presenti molti negozi o attività commerciali oggi non più presenti. L'ultima ad abbandonare quella posizione - qualche anno fa - è stata la gioielleria Coltelli, riconoscibile proprio sotto il balcone dell'albergo nella cartolina del Fondo Brighetti CaRisBo.

In collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna

Leggi tutto

Luoghi

Eventi

Organizzazioni

Persone

Multimedia
DOCUMENTARIO | BOLOGNA NEL LUNGO OTTOCENTO (1794 - 1914)
DOCUMENTARIO | BOLOGNA NEL LUNGO OTTOCENTO (1794 - 1914)

Documentario - Bologna nel lungo Ottocento (1794 - 1914), 2008. La città felsinea dall'età napoleonica allo scoppio della Grande Guerra.

Documenti
Salta il Baglioni
Tipo: PDF Dimensione: 195.70 Kb

Assalto al Baglioni, di Remor (Evaristo Ferretti), da “Epopea partigiana".

Gioie di Bologna (Le)
Tipo: PDF Dimensione: 5.96 Mb

Le gioie di Bologna - Strenna di Natale e Capodanno - 200 caricature, Stabilimenti Tipografici Riuniti, Bologna, 1919. Illustrazioni di Alfredo(?) Zaffagnini

Portici di Bologna (I)
Tipo: PDF Dimensione: 462.68 Kb

I portici rendono la città felsinea unica al mondo. Giochi di luci, prospettive architettoniche, colonne e capitelli sempre diversi regalano immagini affascinanti e insolite.

Apri mappa