Fioresi Garzia

Fioresi Garzia detto Alfredo Grandi

3 Giugno 1888 - 29 Marzo 1968

Note sintetiche

Scheda

Garzia Fioresi, pseudonimo di Alfredo Grandi, nasce a Vigevano (PV) il 03 giugno 1888 da Giuseppe ed Elisabetta Mainardi. Trasferitasi la famiglia nel 1902 a Bologna, frequenta l’Accademia di Belle Arti ottenendone il diploma nel 1908. Viene arruolato come ufficiale ed è chiamato per la Guerra di Libia nel 1912 e sul fronte delle carnie e di Asiago nel 1916. Rientra l'anno successivo in quanto contrae la malaria. L’esperienza bellica non gli impedisce di rendersi noto come pittore, attività che prosegue dopo una crisi che viene superata anche grazie ai consigli di Guglielmo Pizzirani. Partecipa a due Biennali di Venezia (1912-‘14), alle Secessioni di Roma (1913-‘14-‘15) e alle rassegne della Francesco Francia, dove, nel 1916, vince il primo premio con l’opera Madre. Nel 1914 sposa Paola Fiori (m. 1957), allieva dell'Accademia: hanno due figlie, Lea e Marta. In questa fase Fioresi realizza soprattutto opere di figura caratterizzate da grande forza plastica e immediatezza espressiva. Sempre insoddisfatto e alla ricerca di nuove vie, distrugge negli anni successivi molte opere giovanili.

Nel dopoguerra, forse il periodo più ricco della sua attività, la partecipazione alle esposizioni è assidua: partecipa ininterrottamente alle Biennali veneziane (dal 1920 al 1930), alle mostre della Francesco Francia, a tre Biennali romane (dal 1921 al 1925), alla Primaverile fiorentina del 1922, a Buenos Aires. A partire dagli anni Venti, seppur non abbandonando i soggetti figurativi precedenti, si dedica prevalentemente ad una produzione a tema naturalistico, raffigurando non solo paesaggi felsinei, ma anche marine napoletane e adriatiche, scorci della laguna di Venezia, visioni del Garda e paesaggi della Mesola. Richiamato alle armi nel 1940, viene però presto congedato per proseguire l'insegnamento a Bologna. Mantiene lungo la sua vita una forte amicizia con il pittore Giorgio Morandi. Muore a Bologna il 29 marzo 1968.

In collaborazione con Galleria Artifigurative Crespellano

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Multimedia
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)

Documentario - Bologna nel lungo Ottocento (1794 - 1914), 2008. La città felsinea dall'età napoleonica allo scoppio della Grande Guerra.

La Città Rossa nella Grande Guerra
La Città Rossa nella Grande Guerra

La storia di Bologna durante il primo conflitto mondiale raccontata nel video di Alessandro Cavazza e Lorenzo K. Stanzani. A cura del Comitato di Bologna dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Museo Civico del Risorgimento di Bologna, Cineteca del Friuli, Fondazione del Monte, Istituto Ortopedico Rizzoli.

Documenti
Bologna d'oggi - 1928 - n. 3
Tipo: PDF Dimensione: 6.34 Mb

Bologna d'oggi - Rassegna bimestrale illustrata. Anno II n. 3 - giugno agosto 1928. Tipografia Vighi & Rizzoli, Bologna. Collezione privata.