D'Ajutolo Ninuccia Anna

5 dicembre 1894 - [?]

Note sintetiche

Titolo di studio: Scuola media secondaria
Occupazione: Casalinga

Scheda

Ninuccia Anna D'Ajutolo, da Giovanni e Gilda Vivante; nata il 5 dicembre 1894 a Bologna; ivi residente nel 1943. Diplomata. Casalinga. Moglie di Mario Jacchia, condivise gli ideali e l'azione antifascista del marito, subendo di riflesso le persecuzioni fasciste. Costretta, dopo l’8 settembre 1943, ad abbandonare, con il marito e le figlie, Valeria e Adriana Jacchia, Bologna, perché ricercata e «con una 'taglia' per la nostra cattura», trovò rifugio «sulle montagne del Modenese», cambiando spesso luogo di residenza e generalità.
Venne denunciata al Tribunale speciale, dopo la cattura del marito il 3 agosto 1944 a Parma. Costantemente in contatto con il fratello Filippo e la sorella Maria, dei quali favorì l'azione clandestina, fu una delle otto persone a conoscenza del piano per porre al sicuro la dotazione di radium dell'Istituto del Radio di Bologna.
Ha pubblicato in: L. Bergonzini, La Resistenza a Bologna. Testimonianze e documenti, vol. III, Bologna 1970, pp. 691-703, un prezioso profilo, corredato di notevoli documenti inediti, del marito Mario Jacchia. [A]

Leggi tutto

Persone