D'Agata Giuseppe

11 Gennaio 1927 - [?]

Note sintetiche

Occupazione: Studente

Riconoscimenti

  • Patriota (11 settembre 1944 - 21 aprile 1945)

Scheda

Giuseppe D'Agata, da Giulio Nicola e Angiolina Rezza; nato l’11 gennaio 1927 a Bologna; ivi residente nel 1943. Studente. Nel 1944, interrotti gli studi, considerandosi antifascista, anche per l'educazione ricevuta in famiglia - il padre, «un operaio tipografo, socialista da giovane, che nel 1935 aveva perduto il posto (a «il Resto del Carlino») per non essersi iscritto al partito fascista» - non fece mistero delle sue convinzioni. Nell'estate, accettò l'invito di Antonio Finetti di aiutare in concreto i partigiani. Inquadrato nel battaglione Bonvicini della brigata Matteotti Città fu «adibito al lavoro di distribuzione della stampa e della propaganda». Recapitò giornali clandestini e opuscoli, affisse manifesti, alcuni dei quali provvide a redigere, operando costantemente nel centro di Bologna.
Alla fine del 1944 si iscrisse al PSI. A metà aprile 1945 venne arrestato e incarcerato per poche ore in via Borgolocchi.
Riconosciuto patriota nella brigata Matteotti Città dall’11 settembre 1944 alla Liberazione. Ha pubblicato: L'esercito di Scipione, Bologna, 1964, I tedeschi a Marzabotto in Italia nuova, a cura di F. Cecchini e G. Gabelli, Bologna, Cappelli, 1962, pp.172-5. Testimonianza in RB2. [A]

Leggi tutto

Ha fatto parte di