Cividali Aldo Giorgio

Cividali Aldo Giorgio

10 febbraio 1894 - 25 febbraio 1944

Note sintetiche

Titolo di studio: Laurea
Causa della morte: Deportazione
Occupazione: Medico

Scheda

Aldo Giorgio Cividali, da Angelo e Olga Carpi; nato il 10 febbraio 1894 a Bologna; ivi residente nel 1943. Medico. Membro della comunità israelitica bolognese. Ufficiale medico nella prima guerra mondiale, comprimario dell'Ospedale Maggiore, poi medico condotto del Comune di Bologna, fu privato dell'impiego nel 1938 a seguito dei provvedimenti razziali. Antifascista, il 25 luglio 1943 andò personalmente ad esporre la bandiera a Palazzo d'Accursio. Catturato il 14 gennaio 1944, venne deportato con la moglie Ada Levi ed i figli Angelo e Sergio prima a Fossoli (Carpi - MO), poi ad Auschwitz (Polonia) dove morì il 25 febbraio 1944. Il suo nome è stato dato a una strada di Bologna.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Multimedia
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)

Documentario - Bologna nel lungo Ottocento (1794 - 1914), 2008. La città felsinea dall'età napoleonica allo scoppio della Grande Guerra.

La Città Rossa nella Grande Guerra
La Città Rossa nella Grande Guerra

La storia di Bologna durante il primo conflitto mondiale raccontata nel video di Alessandro Cavazza e Lorenzo K. Stanzani. A cura del Comitato di Bologna dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Museo Civico del Risorgimento di Bologna, Cineteca del Friuli, Fondazione del Monte, Istituto Ortopedico Rizzoli.

Documenti
Ebrei e fascismo a Bologna
Tipo: PDF Dimensione: 8.86 Mb

Nazario Sauro Onofri, Ebrei e fascismo a Bologna, Editrice Grafica Lavino, Bologna, 1989

Partigiani ebrei dell'Emilia (I)
Tipo: PDF Dimensione: 304.03 Kb

Gina Formiggini, Stella d'Italia, Stella di David. Gli ebrei dal Risorgimento alla Resistenza. Capitolo X - I PARTIGIANI EBREI DELL'EMILIA, pag. 94, 99. © U. Mursia & C. 1970

Antico ghetto ebraico (L')
Tipo: PDF Dimensione: 662.54 Kb

L’antico ghetto ebraico di Bologna, in pieno centro medievale, mostra ancora oggi la sua struttura originaria: un dedalo di viuzze e passaggi sospesi, ponti coperti e piccole finestre raccontano la storia di un’intera comunità.

Caduti per la Patria del Liceo Galvani
Tipo: PDF Dimensione: 2.03 Mb

Angelo Campanelli, I caduti per la Patria. Tratto dal volume di I cento anni del Liceo Galvani, 1961 © Liceo Ginnasio Luigi Galvani, Bologna