Chirici Ginetta

Chirici Ginetta

24 novembre 1924 - 4 ottobre 1944

Note sintetiche

Titolo di studio: Scuola media secondaria
Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Insegnante

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 1 novembre 1943 - 4 ottobre 1944)

Scheda

Ginetta Chirici, da Gino e Bianca Mazzei; nata il 24 novembre 1924 a Pistoia. Nel 1943 residente a Bologna. Diploma di abilitazione magistrale. Maestra.
Si iscrisse alla Facoltà di Magistero svolgendo in pari tempo un’attività volontaria tesa a sollevare dall’analfabetismo famiglie di contadini dei casolari isolati della zona di Marzabotto, in particolare giovani donne.
Aderì alla Resistenza insieme ai familiari: la madre Bianca Mazzei fu tra gli 84 civili che le SS naziste rinchiusero nella chiesa di Casaglia per compiere la strage del 29 settembre 1944.
Ginetta militò nella brigata Stella rossa Lupo.
Fu uccisa dai nazifascisti il 4 ottobre 1944, in località Cà Beguzzi a Casaglia, nel corso dell’eccidio di Marzabotto, con altre 19 persone.
Riconosciuta partigiana dall'1 novembre 1943 al 4 ottobre 1944.
L’Università degli studi di Bologna le ha conferito la prima laurea honoris causa della Facoltà di Scienze dell’Educazione il 19 aprile 1995,
Il Comune di Monzuno e il Comune di Pistoia le hanno dedicata una via. [Antonio Sciolino]

Note

E' ricordata nel Sacrario di Piazza Nettuno e nel Monumento alle Cadute partigiane a Villa Spada.
La biografia originaria pubblicata nel Dizionario della Resistenza è stata arricchita grazie a nuove fonti messe a disposizione dai familiari.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB