Tasso

Tasso

Scheda

"Più frequentemente arbusto che albero, dal tronco rossigno oscuro, dai fiori gialli, dalle bacche a pisello, di rosso vivace, dal fogliame di verde cupo, detto anche albero della morte perché gli si attribuiscono malefiche potenze, ed è designato indice della angoscia e della empietà. Virus habet taxus lethale: innoxia flet / Aereus in truncum fuerit si clavus adactus, / Enecat haec aliter, si quis dormire sub umbra / Audeat; occidit fumo muresque, bovesque: / Illius at barcis si forte epilere, soluta / His alvo penitus, funesta pericula adibis: / Et totum corpus refrigerat, atque bibentes / Strangulat, est quanquam calida. (Durante) Nelle contrarie opinioni sulla interpretazione simbolica di questa pianta di triste rinomanza, accenniamo al tasso del chiostro di Verton (Bretagna), il quale eravi venerato perché volevasi fosse il bastone abbandonatovi da san Martino ed ivi germogliato. I principi bretoni non s'accostavano alla chiesa del chiostro se prima non s'inginocchiavano davanti all'albero, di cui nessuno osava toccare una foglia e che era rispettato anche dagli uccelli."

Testo tratto da: Giovanni Cairo, "Dizionario ragionato dei simboli", Ulrico Hoepli, Milano, 1922, aggiornamento febbraio 2022). Per approfondire il tema della simbologia funeraria ottocentesca cliccare qui.

Leggi tutto
Documenti