Castel Maggiore

Castel Maggiore

1861 | 1918

Scheda

Castel Maggiore entra a far parte del Regno d'Italia, che si costituisce nel 1861, portando in “dote” una popolazione di 4,018 abitanti ed un tessuto sociale ed economico vivace ed attivo. Come per l'area bolognese ed emiliana in genere, gli anni di fine secolo vedono modificazioni nel tessuto economico e sociale, favorite anche dall'arrivo della ferrovia (1862) e della tramvia. Le difficili condizioni economiche dell'Italia di fine secolo ebbero ripercussioni anche a livello locale: negli ultimi vent'anni del XIX secolo si assistette da una parte ad un certo sviluppo produttivo e dall'altra all'intensificarsi delle lotte contadine ed operaie tese alla conquista di condizioni sociali ed assistenziali che si allontanassero dalla mera sopravvivenza. Alla Società di Mutuo Soccorso, che già era attiva nel comune, si affiancarono così le prime “leghe di resistenza” nelle industrie manifatturiere, tessile e metallurgica, ed in tutti gli altri settori, compresa l'agricoltura. Con l'inizio del secolo, alle leghe si andarono sostituendo le prime organizzazioni sindacali. Allo scoppio della Grande Guerra la popolazione ha raggiunto i 5.483 residenti (censimento del 1911). In quei momenti difficili sindaco della comunità è Roberto Carati, un quarantenne socialista di professione tornitore nelle locali Officine Barbieri, eletto nel 1904 alla massima carica cittadina, che conserverà per 21 anni, sino al 1925. Sempre attento alle esigenze della comunità, amministratore onesto ed attento alle “regole del buon padre di famiglia”, lascerà di sé un affettuoso ricordo nella popolazione. Le liste di leva redatte nel 1914 forniscono un elenco di 1.451 uomini nati tra il 1875 ed il 1900, in prevalenza addetti ai lavori agricoli (50,21 %). Di questi, quasi il 10% non fece ritorno a casa.

Il Comune viene così viene descritto nel volume Provincia di Bologna, collana Geografia dell'Italia, Torino, Unione tipografico editrice, 1900: "Già capoluogo dell'omonimo mandamento, fu - per effetto della legge 30 marzo 1890 - aggregato al mandamento di Bologna II. Il suo territorio si stende sulla pianura bolognese a nord dalla città, da cui il capoluogo dista 8 chilometri. Il Comune, avente una superficie di circa 2900 ettari, è assai frazionato, formato specialmente da nuclei rurali, o ville, di minima importanza. - La frazione capoluogo, Castel Maggiore, a 20 metri sul mare, conta circa 600 abitanti. Ha bella apparenza, edifizi moderni ed una notevole chiesa parrocchiale, con qualche buon dipinto di scuola bolognese del secolo XVII. Il territorio di Castel Maggiore, attraversato ed irrigato dal Naviglio bolognese o canale di Reno, e coltivato con grande cura e maestria dall'operosa popolazione, è fertilissimo. Dà specialmente canapa, cereali, legumi, foraggi, barbabietole da zucchero, frutta e viti. Vi si alleva inoltre molto bestiame da stalla e da cortile e vi si confezionano ottimi latticini e salumi. l'industria è rappresentata da un opificio per la bvrillatura del riso, mosso da forza idraulica, da due molini per la macinazione dei cereali e da un importante fonderia ed officina meccanica con 60 cavalli di forza motrice a vapore ed idraulica, impiegante da oltre 120 operai: vi si fabbricano e si riparano utensili, macchine agrarie ed oggetti di ghisa per uso industriale e domestico; cannoni per spari grandinifughi, ecc. Altre industrie sono la fabbricazione delle paste da minestra, e dei cordami. Cenno storico. Castel Maggiore è terra antica, più volte ricordata, per fatti d'armi ivi avvenuti, nelle cronache bolognesi del periodo comunale. Uomini illustri. Fu nativo di questo luogo quell'Antonio da Castel Maggiore, che, sul principio del secolo XV, salì in gran fama, quale commentatore delle Decretali nello Studio di Bologna." Trascrizione a cura di Lorena Barchetti.

NB: Gli elenchi dei NATI, MORTI e RESIDENTI si riferiscono ai Caduti nella Prima Guerra Mondiale

Leggi tutto

Luoghi

Eventi

Organizzazioni

Persone

172 biografie:

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z 0-9 TUTTI

Sono nati in questo luogo

96 biografie:

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z 0-9 TUTTI

Morti in questo luogo

Risiedevano in questo luogo

122 biografie:

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z 0-9 TUTTI
Multimedia
L'economia bolognese dall'unità alla grande crisi agraria - 1859 | 1880
L'economia bolognese dall'unità alla grande crisi agraria - 1859 | 1880

Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Documenti
Memoria di Genuzio Bentini (In)
Tipo: PDF Dimensione: 6.44 Mb

In Memoria di Genuzio Bentini. Fascicolo edito dal Comitato nazionale per le onoranze di Genuzio bentini, Bologna, S.T.E.B., 25 giugno 1950

Onore e memoria
Tipo: PDF Dimensione: 3.65 Mb

Angelo Fanelli e Sanzio Campanini, Onore e memoria - Castel Maggiore e i suoi caduti nella Grande Guerra, Bologna 2009, edizioni Le Grafiche Record

Offerte al Municipio di Bologna
Tipo: PDF Dimensione: 10.40 Mb

Nota delle offerte fatte al Municipio di Bologna dal dì 12 aprile al 30 giugno 1848, Bologna, Tipografia Sassi nelle Spaderie, 1848. © Museo Risorgimento Bologna | Certosa

Apri mappa