Calzolari Francesco

Calzolari Francesco

28 gennaio 1926 - 24 giugno 1944

Note sintetiche

Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Operaio/a

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 1 marzo 1944 - 26 giugno 1944)

Onorificenze

  • Medaglia d'Oro al Valor Militare

    Valoroso combattente, era tra i primi a costituire le formazioni partigiane della sua zona e a partecipare con esse a numerose azioni, distinguendosi per coraggio e sprezzo del pericolo. Nel corso di un sanguinoso combattimento contro superiori forze avversarie, rimasto gravemente ferito, rifiutava ogni soccorso e continuava a fare fuoco con la sua mitragliatrice, fino a quando veniva catturato. Sottoposto alle più atroci torture, rifiutava di rivelare le notizie richiestegli. Con le carni straziate per la ferita precedentemente riportata, con la febbre che lo bruciava, gridava all'avversario l'odio che lo dominava. A tanto eroico comportamento il nemico rispondeva barbaramente trucidandolo ed occultandone le spoglie. Nobile esempio di fierezza e d'amor di Patria.
    Appennino Bolognese, 8 settembre 1943-24 giugno 1944 

Scheda

Francesco Calzolari, da Carlo e Argia Comellini; nato il 28 gennaio 1926 a Marzabotto; ivi residente nel 1943. Operaio.
Militò nella brigata Stella rossa Lupo e operò sull'Appennino tosco-emiliano. Catturato, fu impiccato a Vedegheto (Savigno).
Gli è stata conferita la medaglia d'oro alla memori
Riconosciuto partigiano dal marzo 1944 al 24 giugno 1944.
Il suo nome è stato dato ad una strada di Marzabotto.

Note

E' ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Eventi

Persone

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB