Bracci Luciano

Bracci Luciano detto Toro

11 febbraio 1926 - 30 agosto 1944

Note sintetiche

Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Meccanico

Riconoscimenti

  • Partigiana/o (10 settembre 1943 - 30 agosto 1944)

Scheda

Luciano Bracci, «Toro», da Marino e Velia Tabellini; nato l'11 febbraio 1926 a Bologna; ivi residente nel 1943. Meccanico.
Militò nella 62a brigata Camicie rosse Garibaldi.
Cadde prigioniero dei tedeschi mentre tentava di portare in salvo un compagno ferito. Fu rinchiuso nel carcere di San Giovanni in Monte e sottoposto a torture e sevizie. Venne fucilato al Poligono di tiro di Bologna il 30 agosto 1944 assieme ad altri 11 antifascisti e partigiani per una misura di rappresaglia decisa dai fascisti a seguito di atti di giustizia compiuti dai partigiani. L'annuncio dell'avvenuta fucilazione apparve su «il Resto del Carlino» del 31 agosto 1944.
Riconosciuto partigiano dal 10 settembre 1943 al 30 agosto 1944. [AR]

Note

E' ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB