Bondi Adelmo

Bondi Adelmo

17 agosto 1895 - 22 maggio 1916

Note sintetiche

Causa della morte: Disperso
Occupazione: Colono

Scheda

BONDI ADELMO di Pietro e di Pondrelli Luigia, nato a Castel Maggiore il 17 agosto 1895, celibe, professione colono, soldato del 206° Reggimento Fanteria (BRIGATA LAMBRO) – disperso lunedì 22 maggio 1916 nel fatto d’armi di Valle Sparvieri (Altipiano di Asiago) come da dichiarazione di irreperibilità rilasciata in data 02/11/1918, successiva sentenza di morte presunta emessa dal Procuratore del Re del tribunale di Bologna in data 8 marzo 1932.
“A sera del 21 maggio 1916, gli italiani ripiegano su Porta Manazzo collegandosi, in basso, alla strada di Val d’Assa. Protegge la loro ritirata un battaglione della Brigata Lambro che si schiera, con le mitragliatrici e tre compagnie del 156° Alessandria, tra Quota 2050 di Manderiolo e Porta Manazzo.....
Nel tardo pomeriggio gli Schutzen di Graz si sono portati sotto la cima Manderiolo tra le fontane di Val Sparvieri e malga Costa di Sopra....
La pressione imperiale continua nella notte e, alle ore 23, cade Q. 2050. I resti del II/206° Lambro si riordinano sulla retrostante Q. 1934 a nord di campo Manderiolo per contrattaccare, mentre parte del presidio torna a Porta Manazzo.....
Solo alla fine della guerra si saprà esattamente il costo dei due caotici giorni dell’attacco a Mezzana: btg Alpini Adamello 700 uomini, 89° Salerno 2.250, 90° Salerno 2.300, 206° Lambro 1.850, 161° Ivrea 1.650.
I dati si riferiscono ai militari dispersi, cioè morti e feriti non recuperati e a prigionieri di guerra”.
(da Strafexpedition di E. Acerbi)
Una piccola piega quasi impercettibile sul fianco della montagna, questo sembra Valle Sparavieri (non “Sparvieri” come scritto nel ruolo matricolare); la strada che collega le malghe dallo Spitz Vezzena a Porta Manazzo, di relativa recente costruzione, permette di poter accedere e percorrere la Valle Sparavieri, utilizzando vecchie mulattiere di guerra invisibili dalla strada.
Leggi tutto

Eventi

Luoghi