Bolaffio Leone

Bolaffio Leone

5 luglio 1878 - 1940

Note sintetiche

Titolo di studio: Laurea
Occupazione: Professore universitario

Scheda

Leone Bolaffio, nato a Padova da famiglia ebraica nel 1848, dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza nell’Ateneo padovano intraprese la carriera forense a Venezia. All’esercizio dell’avvocatura affiancò l’insegnamento presso il locale Istituto tecnico.
Nel 1888 succedette a Cesare Vivante nella cattedra di Diritto commerciale dell’Università di Parma e nel 1898 si trasferì all’Università di Bologna. Fu fondatore della "Temi veneta" (1876-1900), condirettore con Vidari dell'"Annuario critico della giurisprudenza commerciale" (1883-1914) e autore di opere come Il concordato preventivo secondo le sue tre leggi disciplinatrici (Torino, UTET, 1932). Collaborò alla preparazione di vari testi legislativi. Fu membro della Commissione per la riforma del Codice di commercio costituita nel 1919 dal ministro Mortara e fece parte della Sottocommissione del 1923 presieduta da Mariano D’Amelio. Ebbe infine una parte di rilievo nella stesura della legge del 4 maggio 1903 sul concordato preventivo. Fin dagli anni giovanili nutrì un profondo interesse per la stenografia, sfociato nella fondazione della prima Società stenografica e nella pubblicazione de La stenografia italiana secondo il sistema di Gabelsberger (Padova, Sacchetto, 1871). Collaborò in qualità di stenografo con vari giornali e scrisse regolarmente sul giornale specializzato "Lo Stenografo". Per la giunta Zanardi venne chiamato a collaborare insieme a Nino Bixio Scota per dare un’adeguata soluzione giuridica all'Ente autonomo dei consumi, istituito nel 1914.
A causa delle leggi razziali del 1938, venne progressivamente escluso dalla vita accademica.
Morì a Bologna nel 1940. La sua biblioteca fu donata con lascito testamentario al Comune di Bologna, il quale destinò i materiali all’Archiginnasio, in accordo con il direttore Albano Sorbelli. I volumi furono trasportati in sede il 15 marzo 1940 e registrati a partire dal 4 luglio 1941.

In collaborazione con la Biblioteca comunale dell'Archiginnasio di Bologna.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Eventi

Luoghi

Persone

Multimedia
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)

Documentario - Bologna nel lungo Ottocento (1794 - 1914), 2008. La città felsinea dall'età napoleonica allo scoppio della Grande Guerra.

La Città Rossa nella Grande Guerra
La Città Rossa nella Grande Guerra

La storia di Bologna durante il primo conflitto mondiale raccontata nel video di Alessandro Cavazza e Lorenzo K. Stanzani. A cura del Comitato di Bologna dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Museo Civico del Risorgimento di Bologna, Cineteca del Friuli, Fondazione del Monte, Istituto Ortopedico Rizzoli.

Documenti
Ebrei e fascismo a Bologna
Tipo: PDF Dimensione: 8.86 Mb

Nazario Sauro Onofri, Ebrei e fascismo a Bologna, Editrice Grafica Lavino, Bologna, 1989

La Grande Guerra nella città rossa
Tipo: PDF Dimensione: 2.53 Mb

Testo di Nazario Sauro Onofri edito nel 1966 contenente una lettera autocritica di Pietro Nenni