Boeris Giovanni Battista

1867 - 1946

Note sintetiche

Scheda

Giovanni Battista Boeris (Chivasso, 1867 - Bologna, 1946) dopo la laurea in Scienze a Pavia nel 1890 ed in Chimica a Bologna nel 1893 si orientò verso l’insegnamento. È stato professore di Mineralogia nelle Università di Sassari, Parma e, dal 1905, a Bologna, successore di Luigi Bombicci, titolare della prima cattedra di questa disciplina. Ha ricoperto la carica di direttore del Museo di Mineralogia dal 1905 al 1937, sistemandone e incrementandone le collezioni. I suoi studi sono perlopiù rivolti ad illustrare i minerali di alcuni giacimenti italiani, da quello dei Colli Euganei (cristalli di tridimite) a quelli della Val d’Aosta e Val d’Ala, contributi fondamentali alla conoscenza dei minerali di quelle zone alpine. Ha svolto inoltre ricerche sui minerali dell’Appennino bolognese, della Val Malenco e della Val di Fassa, raccogliendo durante le sue escursioni un vasto materiale donato poi al Museo di Mineralogia dell’Università di Bologna. Negli ultimi anni di vita si dedicò allo studio degli idrocarburi cristallizzati. A lui si deve l’identificazione della simonellite, un idrocarburo originato per trasformazione naturale dalla lignite. Socio dell’Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna e socio nazionale dal 1928 dell’Accademia dei Lincei, fu nominato professore emerito nel 1938. Il suo fondo librario è stato donato all’Archiginnasio nel 1938. Il lascito è divenuto effettivo nel 1946, dopo la morte del Boeris, ma è pervenuto all’Archiginnasio solo nel 1961.

In collaborazione con la Biblioteca comunale dell'Archiginnasio di Bologna.

Leggi tutto

Eventi

Luoghi

Persone

Multimedia
Il naturalista Luigi Bombicci
Il naturalista Luigi Bombicci

Personaggi attraverso la Storia. Il naturalista Luigi Bombicci raccontato da Giuseppe Maria Bargossi | Sistema Museale di Ateneo dell'Università degli Studi di Bologna. 

Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)

Documentario - Bologna nel lungo Ottocento (1794 - 1914), 2008. La città felsinea dall'età napoleonica allo scoppio della Grande Guerra.

Bologna post unitaria
Bologna post unitaria

Quadro socio politico della Bologna post unitaria nel periodo 1859-1900. Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

La Città Rossa nella Grande Guerra
La Città Rossa nella Grande Guerra

La storia di Bologna durante il primo conflitto mondiale raccontata nel video di Alessandro Cavazza e Lorenzo K. Stanzani. A cura del Comitato di Bologna dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Museo Civico del Risorgimento di Bologna, Cineteca del Friuli, Fondazione del Monte, Istituto Ortopedico Rizzoli.

Formiche fossili nell’ambra simetitica
Formiche fossili nell’ambra simetitica

Tesori dal passato - Formiche fossili nell’ambra simetitica | Sistema Museale di Ateneo dell'Università degli Studi di Bologna. Guidati dal Prof. Giuseppe Maria Bargossi, alla scoperta della ricca raccolta di ambre conservata presso la Collezione di Mineralogia “Museo Luigi Bombicci”.