Bertelli Luigi

Bertelli Luigi

01 Gennaio 1833 - 1916

Note sintetiche

Occupazione: Artista

Scheda

Luigi era nato a San Lazzaro il 19 dicembre 1833 nella tenuta agricola Fiorentina, posta subito a nord della via Emilia e confinante a ponente col torrente Savena, possessione dove il padre Giuseppe, già fattore della nobile famiglia Malvasia, aveva fatto fortuna arrivando nel tempo ad acquistare dai suoi padroni l’intera tenuta e ad impiantarvi una fornace da laterizi. Già nel 1854 Giuseppe Bertelli figurava nell’elenco dei possidenti del comune di S. Lazzaro con un discreto estimo, e dal 1857 lo troviamo anche tra i consiglieri comunali. Proprio qui, alla Fiorentina, nella bella villa costruita dal padre nel 1848, Luigi, dopo aver portato a termine gli studi per diventare agente di campagna, aveva principiato le sue esperienze artistiche, qui aveva ritratto innumerevoli volte la villa, le sorelle nel grande parco e gli animali della fattoria; aveva poi dipinto i tramonti sul Savena e sull’Idice, le vicine colline, il trenino che correva lungo la via Emilia, e la fornace per mattoni che sarà la causa della sua rovina finanziaria. Proprio Luigi aveva voluto ammodernare il vecchio impianto attivato dal padre investendo in tale impresa parecchio danaro, e quando, verso la fine del secolo fu sommerso dai debiti, la fornace venne confiscata e venduta all’asta giudiziaria insieme agli altri pochi beni che ancora possedeva ritrovandosi così, ultrasessantenne, in miseria e con ben nove figli a carico. Fu quella la sua stagione peggiore, lui che fino ad allora aveva dipinto solo per passione e per propria soddisfazione, creando le sue cose migliori e più originali, si trovò a dover dipingere per vivere assecondando i gusti dei clienti e svendendo i suoi lavori, finendo così per creare le sue opere più modeste.

Malgrado questo, pur senza tributare al Bertelli i molti meriti che artisticamente gli sarebbero spettati, il cronista de “Il Resto del Carlino” del 29 gennaio 1916 ne partecipava la morte avvenuta il 23 gennaio scrivendo che «è un dovere specialmente tra tanto dilagare di nullità pretenziose, ricordare questo degno quanto modesto cultore del bello, e sarebbe sconveniente a una città colta vederlo sparire senza un pensiero e una parola di compianto e di lode». Dovevano però passare ancora molti anni perché la critica si accorgesse di Luigi Bertelli. Si deve soprattutto a Nino Bertocchi, che nel 1946 pubblicò un ampio saggio critico arricchito da molte riproduzioni delle sue opere, se critici e studiosi di varie parti d’Italia scoprirono il valore di questo artista e lo consacrarono tra i migliori pittori dell’Ottocento, e non soltanto italiano.

Pier Luigi Perazzini

Testi: Pier Luigi Perazzini, in: Di buona fama, a cura di Francisco Giordano, in «Quaderni del Savena», ed. Clueb, 12, 2012. Bibliografia essenziale: N. Bertocchi, Luigi Bertelli 1832-1916, Bologna 1946; C. Cavazza, Luigi e Flavio Bertelli, catalogo della mostra alla Galleria del Caminetto, Bologna 1967; M. Monteverdi, Storia della pittura italiana dell'Ottocento, vol. 2, Busto Arsizio 1984, p. 60; F. Basile, Da Luigi Bertelli a Giorgio Morandi, Bologna 1993; A. Borgogelli, E. Farioli, C. Poppi, P. Stivani, R. Tassi, Luigi Bertelli 1832-1916, Torino 1985; G. di Genova, Bertelli Luigi, nel Dizionario Biografico degli Italiani, vol. IX, Roma 1967; Retrospettiva di Luigi Bertelli (1832-1916), catalogo della mostra con prefazione di F. Arcangeli, Bologna 1970; A. M. Matteucci, I decoratori di formazione bolognese tra Settecento e Ottocento. Da Mauro Tesi ad Antonio Basoli, Milano 2002; V. Montanari, A. Bettini, I dipinti a olio di Luigi Bertelli, Bologna 1984; G. Ruggeri, Il segreto lirismo del pittore contadino: Luigi Bertelli (1832-1916), Bologna 1976; P. Stivani, Luigi Bertelli, Bologna 1982; F. Varignana, Paesaggio del primo Ottocento e "petit maitres" bolognesi, Bologna 1988; G. Savini, Luigi e Flavio Bertelli, in "San Lazzaro di Savena, la storia, l'ambiente, la cultura", a cura di W. Romani, Bologna 1993; R. Grandi, a cura di, Dall'Accademia al vero. La pittura a Bologna prima e dopo l'Unità, catalogo della mostra, Bologna 1983

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Multimedia
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)

Documentario - Bologna nel lungo Ottocento (1794 - 1914), 2008. La città felsinea dall'età napoleonica allo scoppio della Grande Guerra.

Bologna post unitaria
Bologna post unitaria

Quadro socio politico della Bologna post unitaria nel periodo 1859-1900. Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

L'economia bolognese dall'unità alla grande crisi agraria - 1859 | 1880
L'economia bolognese dall'unità alla grande crisi agraria - 1859 | 1880

Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Documenti