Benazzi Dante

Benazzi Dante

1 novembre 1922 - 27 settembre 1944

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza elementare
Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Meccanico

Riconoscimenti

  • Partigiana/o (15 giugno 1944 - 27 settembre 1944)

Onorificenze

  • Medaglia d'Argento al Valor Militare
    Comandante di battaglione, durante un improvviso attacco sferrato su tutta la linea da preponderanti forze nemiche, con i propri uomini trascinati dal suo esempio, manteneva alcune posizioni avanzate per dar modo alle formazioni dello schieramento di retrocedere e di attestarsi a difesa. Catturato, dopo dura lotta, sopportava in prigionia le più crudeli sevizie con animo fermo; condannato alla pena capitale affrontava la morte eroicamente

Scheda

Dante Benazzi, da Francesco e Giuseppina Magli; nato l'1 novembre 1922 a Borgo Panigale (Bologna); ivi residente nel 1943. Licenza elementare. Meccanico alla Calzoni. Militò nella 7 a brigata Modena della divisione Armando ed operò a Porretta Terme e a Montefiorino (Modena). Venne ucciso dalle SS tedesche, nel corso dell'eccidio di Cà Berna (Lizzano in Belvedere) il 27 settembre 1944, insieme ad altre 29 persone. Riconosciuto partigiano dal 15 giugno 1944 al 27 settembre 1944. Gli è stata conferita la medaglia d'argento al valor militare alla memoria con la seguente motivazione: "Comandante di battaglione, durante un improvviso attacco sferrato su tutta la linea da preponderanti forze nemiche, con i propri uomini trascinati dal suo esempio, manteneva alcune posizioni avanzate per dar modo alle formazioni dello schieramento di retrocedere e di attestarsi a difesa. Catturato, dopo dura lotta, sopportava in prigionia le più crudeli sevizie con animo fermo; condannato alla pena capitale affrontava la morte eroicamente". Al suo nome è stata intestata una strada di Bologna. [Nazario Sauro Onofri]

E' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Documenti
Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB