Beati Antonio Maria

1878 - [?]

Note sintetiche

Occupazione: Sacerdote

Scheda

Antonio Maria Beati, nato nel 1878. Sacerdote, religioso barnabita. Prese parte, come ufficiale, alla prima guerra mondiale. Scienziato, professore di matematica e fisica, predicatore ed educatore, fu rettore del collegio-convitto San Luigi in Palazzo Montalto dal 1919 al 1931 e ancora dal 1944.
Insegnò anche fisica e scienze naturali nel seminario regionale di Bologna e religione nell'Istituto delle cieche.
Esercitò «una funzione determinante nelle coscienze specie delle nuove generazioni», durante tutto il ventennio fascista.
Mentre favorì lo sviluppo e l'inserimento nella vita cittadina e nella realtà ecclesiale diocesana del collegio, tenne un atteggiamento intransigente e critico nei riguardi del fascismo.
Nelle delicate fasi vissute a cavallo tra gli anni venti e trenta dal gruppo fucino di Bologna, ospitato nel collegio San Luigi, come assistente si schierò con coloro che intendevano distinguersi chiaramente dai gruppi universitari fascisti, promuovendo iniziative e incontri rivolti ad approfondire e a caratterizzare questa posizione. Sostenne «La Sorgente».
Durante l'occupazione nazista non esitò a stimolare i giovani cattolici all'azione. Tra l'altro, regalò la propria pistola di ufficiale a Roberto Roveda . Nel nuovo edificio da lui fatto costruire, la Casa Beati, accolse i feriti di guerra, offrì rifugio a numerosi sfollati, provvedendo al loro sostentamento, nascose parecchi ricercati. Ospitò nel collegio San Luigi sia il provveditorato agli studi, sia «L'Avvenire d'Italia». [A]

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Luoghi