Zappi Graziano detto Mirco

15 novembre 1927 - [?]

Note sintetiche

Occupazione: Studente

Riconoscimenti

  • Partigiana/o (28 gennaio 1944 - 14 aprile 1945)

Onorificenze

  • Croce di Guerra al Valor Militare

    Motivazione non disponibile

Scheda

Graziano Zappi, "Mirco", da Manlio e Agata Carmonini; nato il 15 novembre 1927 a Mordano; ivi residente nel 1943. Studente al Liceo Classico di Imola.
Figlio di operai, subito dopo l'8 settembre 1943 aderì a un gruppo giovanile antifascista e nell'ottobre successivo si iscrisse al PCI.
Nel gennaio 1944 lasciò la casa e si aggregò ad un gruppo armato di partigiani insediatisi nelle pendici del Monte Faggiola. Dopo il rastrellamento che portò alla dispersione del gruppo, nel marzo 1944 entrò nelle fila dell'8ª brigata Garibaldi sul Monte Falterona. Il mese successivo confluì nella 36ª brigata Bianconcini Garibaldi.
Venne rintracciato dal genitore, che l'aveva ricercato su tutti i monti, e ritornò a Mordano - che i fascisti, in odio a Dino Grandi, avevano ribatezzato Moreto - e, certamente affranto dalla durissima esperienza compiuta e dalle preoccupate pressioni dei familiari, accettò di presentarsi alla chiamata degli "sbandati" da parte del RSI, che scadeva il 25 maggio 1944.
Il cedimento lo colpì nel fondo dei suoi sentimenti spontanei e generosi e ricercò il modo di riscattarsi rapidamente e totalmente. Riprese i contatti con i più noti antifascisti locali e alla fine di giugno rientrò nelle fila dei partigiani impegnati nel territorio circostante. Nell'azione cancellò ogni incertezza verso se stesso e recuperò tutta la fiducia dei"vecchi e nuovi compagni impegnati nella lotta partigiana.
Militò nel dist imolese della 7ª brigata GAP Gianni Garibaldi con funzione di vice commissario politico di compagnia.
Dal gennaio 1945, fu componente di un nucleo della CRI addetto al soccorso delle vittime civili sulla linea del fronte del fiume Senio.
È stato insegnilo della Croce al merito di guerra.
Riconosciuto partigiano col grado di sottotenente dal 28 gennaio 1944 al 14 aprile 1945.  
Testimonianza in RB5. [AR] Ha pubblicato: La rossa primavera. Esperienze di lotta partigiana sulla Poggiolo, sul Falterona e nella Bassa Imolese, Imola, Grafiche Gaelati, 1985; Antifascismo e Resistenza a Casalecchio di Reno, Bologna, Tip, Moderna, 1988.

Leggi tutto

Ha fatto parte di