Zucchelli Ada

Zucchelli Ada detto Olga

Note sintetiche

Titolo di studio: Non noto
Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Operaio/a

Riconoscimenti

  • Partigiana/o (10 settembre 1943 - 16 settembre 1944)

Scheda

Ada Zucchelli, nome di battaglia "Olga", da Luigi e Maria Rapparini; nata il 25 febbraio 1917 a Calderara di Reno. Nel 1943 residente a Bologna. Operaia bustaia.
Militò nella 7ª brigata GAP Gianni Garibaldi e operò a Bologna e Calderara di Reno.
Fece parte del gruppo che preparò l'assalto alle carceri di San Giovanni in Monte (Bologna) il 9 agosto 1944 e liberò i prigionieri politici e comuni. Ebbe l'incarico di tenere i collegamenti con i detenuti per concordare le modalità dell'operazione.
Il 14 settembre 1944 fu arrestata dalle brigate nere, a seguito di una delazione, nella sua abitazione in via Ponte Romano, unitamente al nipote Roveno Marchesini e a Irma Pedrielli. Dopo essere stati torturati, vennero fucilati il 16 settembre 1944 al poligono di tiro di Bologna.
Riconosciuta partigiana dal 10 settembre 1943 al 16 settembre 1944.
Il suo nome è stato dato a un nido d'infanzia e a una scuola dell'infanzia di Bologna.

[Nazario Sauro Onofri]

E' sepolta nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della  Certosa di Bologna ed è ricordata nel Sacrario di Piazza Nettuno e nel Monumento alle Cadute partigiane a Villa Spada.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Multimedia
Le staffette nei GAP bolognesi
Le staffette nei GAP bolognesi

Intervista a Lino "William" Michelini, Presidente ANPI Emilia Romagna

Monumento alle Donne della Resistenza
Monumento alle Donne della Resistenza

Monumento alle Donne della Resistenza - Giardino di Villa Spada. Dedicato alle 128 donne partigiane della provincia di Bologna cadute nella lotta di liberazione, è ospitato nel giardino di Villa Spada.

La settima GAP a Bologna
La settima GAP a Bologna

Intervista a Lino "William" Michelini, Presidente ANPI Emilia Romagna sulla Settima GAP

Documenti
Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB