Scoppio di via Scandellara

Scoppio di via Scandellara

altro 18 aprile 1945

Scheda

Scoppio di via Scandellara. Nella primavera del 1945 una casa disabitata di via Scandellara (Bologna) divenne la base dei distaccamenti di Medicina e Castenaso della 7a GAP Gianni Garibaldi. In previsione dell'insurrezione - che sarebbe avvenuta il 21 aprile - i due reparti ebbero l'ordine di avvicinarsi alla città con le armi e una grossa quantità d’esplosivo. Gli uomini sistemati nella casa erano una trentina. Nella tarda mattinata del 18 aprile si verificò un'esplosione, non si sa da cosa provocata. Restarono uccisi 13 partigiani: Enzo Balducci, Dante Brusa, Rossano Buscaroli, Walter Giorgi, Rino Maiani, Serio Marchi, Dino Romagnoli, Ezio Sabioni, Alfio Zerbini, Iliano Zucchini, Luciano Zonarelli, Giuseppe Zambrini e Giuseppe Zaniboni. I feriti: Luigi Broccoli, Libero Gombi, Giorgio Sternini, Gino Tarozzi. [Nazario Sauro Onofri]

Leggi tutto

Organizzazioni

Persone

Altro

Luoghi

Multimedia
Lo scoppio di via Scandellara
Lo scoppio di via Scandellara

intervista a Giorgio Righi del marzo 2009

Documenti
Bibliografia
Disastro in via Scandellara
Bacchilega G.
1960 Bologna Galileo