MULTIMEDIA
open popup
Diego Sarti - Monumento Montanari

Diego Sarti (1859 - 1914), Monumento Montanari, 1891. Certosa di Bologna, Chiostro VII.

open popup
Enrico Barberi - Monumento Bisteghi

Enrico Barberi, Monumento Bisteghi, 1891. Certosa di Bologna, Galleria degli Angeli. Dal canale You Tube "Storia e Memoria di Bologna".

open popup
Carlo Monari Monumento Cocchi

Carlo Monari, Monumento ad Enea Cocchi. Certosa di Bologna, Galleria Tre navate. Dal canale You Tube "Storia e Memoria di Bologna". 

open popup
Voci del Silenzio - Le vie dei canti

Certosa di Bologna, 5 e 19 settembre 2012. Evento organizzato dall'Associazione Amici della Certosa, a cura di Daniele Robazza.

open popup
Le onoranze funebri alla salma di Guglielmo Marconi

Istituto Luce - You Tube: Le onoranze funebri alla salma di Guglielmo Marconi, 1937

DOCUMENTI
Giornale del Segretario
Tipo: PDF Dimensione: 249.12 Kb

Giornale del Segretario - Memorie dell'Alunnato. Periodo 1895 - 1897. Manoscritto conservato nel Collegio Artistico Venturoli di Bologna.

Discover the Etruscans
Tipo: PDF Dimensione: 1.08 Mb

A route to discover the Etruscan city in the modern Bologna.

Itinerario Marconiano a Bologna e dintorni
Tipo: PDF Dimensione: 481.18 Kb

I luoghi legati allo scienziato bolognese Guglielmo Marconi, inventore delle comunicazioni wireless nel 1895 e premio Nobel per la Fisica nel 1909.

Coriolano Monti (Perugia, 1815 - ivi, 1880) nel 1863 realizza in Certosa l’elaborata e grandiosa Galleria a Tre Navate. Questa ha la navata centrale coperta da volta a botte e le due laterali con soffitto piano ed un imponente transetto, anch’esso tripartito: all’incrocio fra navata e transetto s’imposta una grande cupola emisferica. L’architettura, di gusto neoclassico, mescola citazioni romane con i richiami ad Adam, alla Grand Galerie del Louvre e al Braccio Nuovo dei Musei Vaticani ma, nel serrato gioco di contrasti fra luce ed ombra, non è estranea l’influenza piranesiana. Un decennio dopo sarà chiamato ad intervenire Antonio Zannoni (Faenza, 1833 - Bologna, 1910), divenuto ingegnere capo dell’ufficio tecnico della Certosa, con i progetti eseguiti tra gli anni ‘70 e ‘80 per la Galleria degli Angeli e il Chiostro VII, agganciando così le sale ottocentesche al Chiostro III, originario Chiostro Grande del monastero. Nel campo ed entro queste architetture si può ripercorrere un repertorio esaustivo della scultura bolognese tra Otto e Novecento. Tra i monumenti più significativi se ne segnalano solo alcuni, tra cui quelli eseguiti da Stefano Galletti (Bolognini Amorini, 1864), Salvino Salvini (Beau, 1874), Carlo Monari (Enea Cocchi, 1867), Diego Sarti (Montanari, 1891), Enrico Barberi (Bisteghi, 1891), Tullo Golfarelli (Simoli, 1905 ca.), Pietro Veronesi (Berselli, 1902). Di rilevanza storica sono il monumento al ceramista Angelo Minghetti (1822-1885) e all'editore Nicola Zanichelli (1819-1884), ambedue opere significative di Alessandro Massarenti. A Salvino Salvini si deve l'esecuzione del monumento all'ortopedico Francesco Rizzoli (1809-1880). Nel Chiostro VII si trova la tomba di famiglia dei Marconi (portico sud, loculo n.118) dove, a fianco del padre Giuseppe, venne sepolto anche il Premio Nobel Guglielmo (1874-1937), in attesa che fosse completato il Mausoleo presso Villa Griffone di Sasso Marconi.

Roberto Martorelli

Novembre 2011

Eventi

Opere

Persone

51 biografie:

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z 0-9 TUTTI