Bistolfi Leonardo

Bistolfi Leonardo

1859 - 1933

Note sintetiche

Occupazione: Artista

Scheda

Nel 1875, grazie ad una modesta borsa di studio, Bistolfi si recò a Milano per compiervi gli studi artistici, iscrivendosi all’Accademia di Brera dove frequentò il corso di scultura di Giosuè Argenti. Durante la sua permanenza a Milano venne a contatto con lo scultore Giuseppe Grandi, che ammirava per la sua maniera pittorica di fare scultura, e con il gruppo dei pittori della scapigliatura; fu dalla scultura del Grandi e dalla pittura degli scapigliati – in particolare di Tranquillo Cremona – che derivarono le sue prime sculture, col loro aspetto sentimentale e pittorico e l’intenso lirismo. Nel 1880 andò a Torino, dove si iscrisse all’Accademia Albertina e, dopo un breve periodo, aprì uno studio, iniziando la sua attività che lo porterà ad essere considerato uno dei più grandi scultori del momento, e ad essere conosciuto come “il poeta della Morte”, in relazione alla sua produzione funeraria. Ma Bistolfi fu autore anche di monumenti celebrativi, busti e statue di personaggi illustri (Monumento a Carducci a Bologna,1908-1928), nonchè di opere religiose. Grande assertore del decorativismo liberty, nel 1902 fondò il periodico L’arte decorativa moderna che sostenne vivacemente l’art nouveau. Dopo la guerra il suo successo andò calando; si stabilì nella sua villa a La Loggia (Torino) dove morì, a seguito di una lunga malattia, nel 1933.

Valentina Andreucci

Leggi tutto

Eventi

Luoghi

Persone

Multimedia
I sovrani inaugurano il monumento a Carducci
I sovrani inaugurano il monumento a Carducci

Istituto Luce - You Tube: I sovrani inaugurano il monumento a Carducci, 1928

Documenti
Leonardo Bistolfi
Tipo: PDF Dimensione: 95.44 Kb

Testo tratto da: Gida Rossi, Da ieri a oggi: (le memorie di una vecchia zitella), Cappelli, Bologna, 1934. Trascrizione a cura di Lorena Barchetti